I sistemi di titolazione dei filati

Per misurare i filati, non essendo possibile misurarne il diametro a causa della facile
deformazione della loro sezione, si ricorre per una loro distinzione alla titolazione.
La titolazione dei filati si basa sulla conoscenza di due grandezze:

Mettendo in relazione queste due grandezze si hanno valori detti:

Metodo diretto

Il metodo diretto, detto a lunghezza fissa e peso variabile, è dato dal rapporto
del peso diviso la lunghezza (T=P/L).
Questo metodo è usato comunemente per tutti i filati fabbricati con fibre continue
(seta, raion, nailon, ecc.)

Metodo indiretto

Il metodo indiretto, detto anche a peso fisso e lunghezza variabile,
è dato dal rapporto fra la lunghezza ed il peso (N=L/P). La titolazione con questo
metodo (N) è impiegata comunemente per tutti i filati realizzati con fibre discontinue (lana, cotone, fiocco di raion, ecc.). Le titolazioni indirette più usate sono:

Esistono anche la titolazione inglese della lana cardata, la titolazione inglese
della lana pettinata, la titolazione inglese del lino e della canapa.